Crea sito

Zack Snyder’s Justice League Recensione

Siamo stati un po’ a corto di film sui supereroi negli ultimi 12 mesi. La Snyder Cut di Justice League è qui per rimediare, con quattro ore di Batman, Superman, Wonder Woman e Justice League che combattono per salvare la Terra dal nemico di turno.

Disponibile su Sky questa nuova edizione estesa è una versione rieditata del film Justice League del 2017 del regista originale Zack Snyder, che si è dimesso a metà della produzione a causa di una tragedia personale, venendo sostituito da Joss Whedon.

Anni dopo Snyder ha rispolverato il filmato originale, girando nuove parti e completando il film in un montaggio di quattro ore. Il film è stato intitolato ufficialmente “Zack Snyder’s Justice League”.

Zack Snyder's Justice League


Come la precedente versione cinematografica, la Justice League di Snyder vede Batman reclutare amici superpotenti Wonder Woman, Aquaman e Flash per cercare il loro super amico caduto Superman e contrastare un invasore alieno. Ne derivano superpoteri e ricerca dell’anima.

Il punto di forza di questo e di tutti i film DC è il casting degli eroi. La Wonder Woman di Gal Gadot, il Superman di Henry Cavill e il Batman di Ben Affleck riempiono perfettamente i costumi dei fumetti. Insieme a loro, Jason Momoa, Ray Fisher ed Ezra Miller danno spettacoli straordinari, dando vita a personaggi meno conosciuti, rispettivamente Aquaman, Cyborg e Flash.

La nuova edizione inizia da dove era finito il film Batman v Superman: Dawn of Justice del 2016, ossia dalla morte di Superman, e non poteva essere altrimenti. Molto interessante e spettacolare la battaglia tra la fanteria amazzonica, guidata dalla madre di Wonder Woman, la regina Hippolyta (Connie Nielsen), e Steppenwolf e il suo esercito di uomini insetto alati e corazzati.

Un’altra parte memorabile del film è più consapevolmente arte: Aquaman, dopo aver concluso importanti affari in un pub sul mare, percorre un lungo molo proteso sul mare, imperturbato dalle immense onde che si scontrano davanti a lui. Le onde sono abbastanza potenti da abbattere un dinosauro, ma Aquaman si limita a passeggiarci dentro, svanendo nella nebbia di acqua salata. La scena è girata al rallentatore senza dialoghi o effetti sonori e accompagnata da una canzone pop a tutto volume.

Uno dei momenti clou della regia potrebbe essere la sequenza in cui Barry cerca di trovare un lavoro in un negozio di animali e si ferma per salvare una donna di cui è innamorato (Iris West?) da un camion in arrivo, guidato da un uomo che non presta attenzione alla strada perché è impegnato a riprendere un panino che per errore ha lasciato cadere. La scena sembra un cortometraggio autonomo su The Flash. Sarebbe così anche se non sembrasse promettere una storia d’amore che il film non è interessato a sviluppare. La scena è di qualità Spielberg e il successivo riarrangiamento della realtà da parte di Flash per produrre il risultato desiderato è davvero eseguita in modo magistrale. Le espressioni facciali di Miller sono perfette quanto le scelte del regista.

“La Justice League di Zack Snyder” è un film così esplosivo che fa sembrare modesto “Batman v. Superman: Dawn of Justice”. Soddisferà tutti gli amanti del cinecomic così come tutti gli amanti dei film d’azione e dei fumetti. Davvero un’opera d’arte.

Voto finale: ⭐⭐⭐⭐⭐

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.